Caffè del Cavaliere (Matera)
Filosofia del progetto

Uno dei primi locali commerciali nei Sassi. Un appassionato, una moglie maltese, un sogno: aprire un bar negli ambienti ipogei. Con una traccia grafica, un progetto di massima, il lavoro si è realmente sviluppato in cantiere, leggendo le forme della roccia pulita, sovrapponendo arredi nuovi e materiale nella ricerca del nuovo equilibrio. Un'idea base:non portare nulla sulla roccia, né fili, né impianti, né tubi. Tutto sotto il pavimento che comunque,non essendoci andava fatto. Una selva di tubi, canali, macchine per ricambiare l'aria all'interno con la paura che tutto ciò non sarebbe bastato a togliere lo sgradevole odore di muffa. Tutto però ha funzionato, la magia si è creata di potersi fermare a bere e mangiare, ad ascoltare la musica che in questa cavità morbidamente si diffonde. Ancora oggi la lampada pipistrello progettata appositamente, vola nelle grotte.


  
Powered by Sigsiu.NET